– Contributo online di DISTRETTO33, AIL e Comitato Risorgimento

Criticità e problemi
DISTRETTO33, AIL e Comitato Risorgimento ritengono indispensabile per lo sviluppo economico del Comune  di  Rho  e  delle  attività  produttive presenti  (imprenditoriali,  professionali  commerciale, di servizio  e  del  tempo  libero)  rapportarsi  con  l’intero  territorio,  già  PATTO  dei  16 Sindaci  del  N/O Milanese, oggi identificato nell’Area Omogenea Nord Ovest di CMM.
Il collegamento con l’intera area risulta imprescindibile per un corretto sviluppo economico che è strettamente  correlato  ad  un  sistema  di  infrastrutture  e  servizi  integrato  e  che  non  può essere semplicemente ipotizzato su scala comunale.
Tutto il territorio ha infatti subito i danni della crisi, che è stata prima di tutto una crisi del settore produttivo  e  manufatturiero,  con  una  riduzione  intorno  al  20%  dei  suoi  indici  economici  e occupazionale in tutta la nazione, e che ha lasciato ferite e cicatrici non solo nel tessuto urbano, ma soprattutto in  quello  sociale  e  umano. Proprio per questo, in  un’ottica  di  sviluppo sostenibile ed efficace nel creare occupazione, innovare il tessuto produttivo e attrarre nuove attività, è necessario invertire  il  meccanismo  dello  sviluppo  immobiliare  come  funzionava  prima  della  crisi, e  dare  la precedenza ai contenuti sui contenitori, non più costruire capannoni e torri per uffici credendo nella certezza  che  le  aziende  arriveranno,  ma  fare  progetti  di  sviluppo  e  innovazione 10produttiva, e  di attrazione di nuove attività: in questi bisogni l’indotto del nuovo polo scientifico deve essere trainante.

Potenzialità e risorse
E’ comunque rimasta in tutta l’area del Nord Ovest una consistente capacità produttiva, con eccellenze anche piccole e medie che continuano, anche se faticosamente, a innovare e ad esportare. Occorre individuare i settori e gli attori dello sviluppo economico, sia quelli del tessuto produttivo esistente, in primis (ma non solo) quelli di settori collegati al nuovo polo scientifico, incentivarli a innovare le attività esistenti  e  avviarne  di  nuove,  e  costruire  occasioni  di  rigenerazione urbana  su  misura  di  utenze qualificate.
È  in  questo  modo  che  le  attività  innovative  non  occuperanno  solamente  l’area  ex-EXPO,  ma “contamineranno”  l’intero  territorio  comunale  e  extracomunale  (Nord-Ovest)  portando benefici  e incremento alle attività (imprenditoriali, professionali commerciali, di servizio e del tempo libero) già presenti e implementando le nuove.
Riteniamo che gli obiettivi di questo Tavolo Tematico, proposto nel Piano Strategico del Comune di Rho, possano considerarsi come sintesi dell’intero e complesso lavoro di tutti gli altri tavoli; infatti, come sopra indicato, non ci può essere sviluppo e innovazione in un territorio che prescinde dalla sostenibilità ambientale, dal sistema infrastrutturale, dai servizi offerti e dalle attività dedicate al tempo libero.
Lo  “Sviluppo  economico  e  i  processi  di  innovazione”  non  si  possono ottenere  senza  un  puntuale “progetto di Marketing Territoriale”. Desideriamo ricordare che già nel periodo di EXPO2015 ha preso il via il progetto “Terre di Expo” proprio su iniziativa del PATTO dei 16 Sindaci del N/O Milanese e del quale DISTRETTO33 ha gestito la attività organizzativa e promozionale www.pattonordovest.it.
Sarà quindi l’insieme delle proposte che scaturiranno dai tavoli tematici che andranno a formare i contenuti di una proposta di promozione territoriale che ha come primi fruitori, oltre ai residenti, quanti si recheranno nell’area dove si insedieranno Human Technopole, Ospedale Galeazzi, Università e campus della Statale, oltre alle attività collegate alle multinazionali della ricerca, del farmaco e delle nano tecnologie e quelle dedicate al tempo libero.

Idee Azioni e Progetti
Riteniamo che sia quindi necessario creare una vera e propria Agenzia di Sviluppo del territorio (o tavolo permanente di consultazione) che promuova quelle iniziative che possano creare sinergie fra quanti già insistono sul nostro territorio e quanti vi si vorranno insediare o vorranno utilizzarlo per i servizi che offre.
La volontà politica e amministrativa, attraverso le Istituzioni esistenti è però fondamentale. Gli Enti Locali  dovranno  agevolare  le  proposte  progettuali  e  le  richieste  di partecipazione  dei soggetti economici  privati,  dando  mandato  all’Agenzia  di  supportare  anche  nella  ricerca  di  finanziamenti privati, europei o di altre risorse le proposte che verranno ritenute di interesse diffuso, in linea con le proposte che scaturiranno, come indicato dagli altri Tavoli Tematici.
Una particolare attenzione dovrà essere inoltre prestata alla realtà di Cascina Triulza che, sia nel periodo di EXPO2015 che i quello successivo, ha continuato ad operare come unico polo di attrazione all’interno dell’area del sito espositivo. Inoltre in Cascina Triulza, recentemente, si è insediata AREXPO SpA che sarà fra i principali interlocutori del Comune di Rho e riteniamo, delle attività imprenditoriali e non del ns territorio. Si apre quindi una ulteriore opportunità di sviluppo che questo insediamento potrà offrire al nostro tessuto economico.
Dovrà  essere  quindi   fra   le   priorità  che   l’Agenzia   deve  porsi, mantenere  stretti  rapporti   di collaborazione  con  tutti  qui  soggetti Istituzionali,  Enti  privati  e  pubblici,  Comuni  e Associazioni Imprenditoriali presenti sul territorio.
La proposta operativa a breve termine é quindi l’avvio coordinato tra imprenditoria locale, associazioni di categoria e istituzioni della costruzione dell’Agenzia, attraverso un progetto finanziato o cofinanziato dai fondi che le fondazioni bancarie, l’Unione Europea e la programmazione regionale prevedono per  l’innovazione e lo sviluppo delle imprese.

Attori coinvolti e da coinvolgere
Associazioni Categoria, Patto del Nord Ovest, Human Technopole, Università Statale, Camere di Commercio, imprenditori locali.

Risorse attivabili
Fondazioni Bancarie, Fondi per la ricerca H2020 e Manifattura 4.0. Risorse POR Regione Lombardia per il marketing territoriale e lo sviluppo di impresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *