– Contributo online di DISTRETTO33, AIL e Comitato Risorgimento

Criticità e problemi
La trasformazione della società e del mercato immobiliare degli ultimi anni hanno ampliato e differenziato le categorie che tendono a fruire della casa come servizio anziché come bene di proprietà, e attivato nuove modalità attraverso cui il mercato, i fondi specializzati e le istituzioni rispondono a questi bisogni.
Oltre ai ceti sociali deboli beneficiari di affitti sociali (per i quali comunque la domanda supera ampiamente l’offerta di alloggi pubblici), si è verificato un indebolimento del ceto medio, dovuto alla precarizzazione del lavoro, che ha difficoltà di accesso ai mutui per l’acquisto di una casa di proprietà; questa condizione non coinvolge solo famiglie impoverite dalla crisi, ma anche giovani coppie e singoli, che pur lavorando nel terziario, nella ricerca, nelle professioni, hanno difficoltà di accesso al mercato immobiliare. Cresce inoltre la domanda di residenza temporanea, si da parte di persone in stato di difficoltà indotto dalla perdita del lavoro o dei legami familiari, sia per motivi di trasferta temporanea.

Potenzialità e risorse
È evidente come entrambi questi bisogni coinvolgano anche gli studenti e i ricercatori che opereranno nel Polo Scientifico (perché in trasferta temporanea o perché titolari di contratti di ricerca e borse di studio il cui rinnovo non è mai certo).Questi bisogni sono il target di tipologie innovative sia come gestione (cohousing, smarthouse) che modalità di ritorno degli investimenti (fondi per l’abitare, alloggi a canone moderato, case a riscatto o patto di futura vendita), e sono oggetto degli interventi 3 e 4 del progetto RiCA, finanziati attraverso il bando periferie, e affidati per l’attuazione a SerCop, anche perché pienamente in linea con le competenze dell’Agenzia per l’Abitare ADARhodense, che ha tra le sue funzioni il matching tra la domanda di abitazioni di questo tipo, e l’offerta di immobili sfitti e da riqualificare sul territorio.

Idee Azioni e Progetti
È  necessario  supportare  le  azioni  previste  dal  progetto  RiCA  e  le  attività  di  competenza  di ADARhodense con una sensibilizzazione specifica rivolta:

  • ai proprietari di immobili invenduti e sfitti,
  • alle agenzie di mediazione immobiliare,
  • alle Amministrazioni Comunali sia per la costruzione del quadro dei bisogni, sia per l’eventuale riqualificazione di immobili comunali con queste finalità, sia per il raccordo con gli operatori del Polo Scientifico per rendere visibile l’offerta territoriale di alloggi rivolti alle utenze temporanee e agli studenti.

Attori coinvolti e da coinvolgere
SerCop (coordinata con Comuni Insieme per indagine sulla domanda). ADARhodense. Servizi Demografici, Sociali e Patrimonio comunali. Agenzie immobiliari locali. Imprese di costruzioni proprietarie di immobili invenduti. Proprietari di immobili da riqualificare, e di unità immobiliari sfitte. Operatori specializzati nella realizzazione e nella gestione di abitazioni a carattere
innovativo e temporaneo.

Risorse attivabili
Risorse previste da progetto RiCA per attività di matching e indagine su domanda/offerta. Fondi specifici per l’abitare. Risorse delle Fondazioni Bancarie per servizi abitativi a carattere innovativo e sociale.

Un commento su “Nuova domanda e nuovi servizi”

  • é importante valorizzare nella organizzazione della città le famiglie con bambini e promuovere servizi family friendly per un vero sviluppo del welfare di comunità ( autogestione spazi gioco, servizi 0/6 anni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *